Il Pane Ripieno al Tonno e Capperi di Mirella


Pane ripieno

La mia amica Mirella quest’anno mi ha piacevolmente sorpreso con una ricetta di sua invenzione: il Pane Ripieno al Tonno e Capperi. Dovete sapere che la mia cara amica ogni volta che mi invita a cena non mi fa portare mai nulla a parte i lamponi del mio giardino, la cui produzione é sempre tanto prolifica da permetterne la congelazione per la stagione invernale. Comunque fatto sta che ogni volta mi delizia con delle ricette semplici e gustose. Lei, in verità dice di essere sempre in imbarazzo a cucinare per me perché crede di non saper fare molto bene, ma invece posso assicurarvi che non é vero, potete chiedere conferma all’ing. che ancora decanta le sue lenticchie!  Da casa MiFa – acronimo- usciamo sempre con la pancia piena ed il palato felice. Questo pane é stato l’antipasto della nostra cena dell’ultimo dell’anno e mi é piaciuto talmente tanto che, senza vergogna, le ho chiesto le ultime fette per portarmelo via e fotografarlo. Si tratta di un’ottima idea per i futuri pic nic primaverili o appunto per aprire una cena in compagnia di cari amici, come lo é stata la nostra. A proposito é stata la prima volta che la piccola cavallerizza e i suoi due cuccioli hanno raggiunto la mezzanotte, quindi anche per questo grazie per la piacevolissima serata e per questo buon pane!

INGREDIENTI per 6 persone:

  • 1 ciabatta grande
  • 240 grammi di tonno in olio di oliva
  • latte per ammorbidire la mollica del pane
  • 10 capperi
  • 2 uova sode
  • 70 grammi di olive verdi snocciolate
  • sale
  • olio extra vergine di oliva
  • origano se vi piace

PREPARAZIONE:

  1. tagliare il pane e svuotarlo parzialmente della mollica
  2. ammorbidire la mollica con il latte – circa 3 cucchiai –
  3. tritare le olive, le uova sode e i capperi e aggiungerli al tonno sgocciolato
  4. lavorare insieme la mollica con gli altri ingredienti e l’origano
  5. aggiustare di sale ed aggiungere un filo di olio extravergine
  6. riempire la ciabatta, chiuderla ed avvolgerla parzialmente nella stagnola
  7. lasciarla riposare 2 ore prima di affettare e servire
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...