La Vellutata di Topinambur, una nuova conoscenza da portare a tavola magari per Natale


Topinambur
C’era una volta un topinambur, brutto e bitorzoluto….sembra l’inizio di una storia per bambini ma non lo é. Si tratta invece della storia di un tubero che ho definito uno sconosciuto da portare assolutamente a tavola. Uno sconosciuto per me fino a qualche tempo fa ma oramai diventato un caro amico di famiglia, anche il gatto Arturo se lo mangia, il che forse é preoccupante per un felino. Ad ogni modo, in Settembre rientro a casa con le sporte della spesa traboccanti di verdure. L’ing. mi guarda con aria sconsolata e mi fa notare che neanche quel giorno avevo comprato carne ma tanta verdura e tanto formaggio. Poi adocchia il bitorzolo e mi chiede: “cos’é?”. “Topinambur” rispondo io, “o anche carciofo di Gerusalemme, così mi hanno detto al mercato” aggiungo orgogliosa del mio acquisto. “Ma é buonissimo, l’ho mangiato come vellutata a Vienna la settimana scorsa”aggiunge lui. Insomma non vi sto a rifare tutta la farsa tra moglie e marito anche se é stata divertente. Ad ogni modo abbiamo rifatto la vellutata gustata dall’ing. a Vienna senza una ricetta ma utilizzando la mia base classica delle ricette da vellutata, ovvero coprire le verdure tagliate a filo con metà brodo e metà latte e far cuocere. Per il resto potete sbizzarrirvi come volete: potete aggiungere speck, scaglie di grana pepe in quantità e quant’altro. Il risultato é stato delizioso e ve lo propongo anche come primo piatto natalizio. Una sola cosa si chiama carciofo di Gerusalemme non perché venga da quella lontana e bella città ma perché sa di carciofo, solo più delicato.

VELLUTATA DI TOPINAMBUR:

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 grammi di topinambur da sbucciare
  • 200 ml di brodo vegetale
  • 200 ml di latte intero
  • 40 grammi di burro
  • erba cipollina
  • scaglie di grana e dadini di speck

PREPARAZIONE:

  1. sbucciate i topinambur e tagliateli a pezzi grossolani
  2. metteteli in un tegame dai bordi alti aggiungete il burro e accendete la fiamma
  3. appena la verdura inizia ad sfrigolare coprite a filo con il brodo e il latte
  4. fate cuocere con il coperchio per circa 10 minuti, poi frullate il tutto per ottenere una crema
  5. aggiustate di sale se necessario e servite nelle ciotole guarnendo con scaglie di grana, dadini di speck appena abbrustolito in padella e pepe macinato
Annunci

One thought on “La Vellutata di Topinambur, una nuova conoscenza da portare a tavola magari per Natale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...