L’Artusi in 15 minuti,un Marito e la Cucina: Spaghetti con i Piselli di Pellegrino Artusi 105


L’Artusi in 15 minuti,un Marito e la Cucina: Spaghetti con i Piselli di Pellegrino Artusi 105
Recipe Type: primi piatti
Author: Germana
Prep time: 30 mins
Cook time: 20 mins
Total time: 50 mins
Serves: 4
Anche questa domenica il maritino si é prodigato con il libro dell’Artusi in cucina. “Ricetta numero 105” ha detto. Però siccome é un ingegnere e siccome é mio marito ha fatto la sua variante: invece degli spaghetti ha fatto le tagliatelle. E dico proprio “fatto” perché ha preso uova, farina e impastatrice e ha dato vita alle tagliatelle. Non vi riscrivo la ricetta base della paste fresca perché la trovate su questo sito digitando “tagliatelle” sotto cerca. Il risultato é stato quello di un tradizionale, gustoso e semplice piatto adattissimo al pranzo domenicale ma anche perfetto per il pranzo di Natale – si vede dall’allestimento della foto?!-. Veniamo ora alla ricetta 105 dell’Artusi: spaghetti, tagliatelle con piselli e prosciutto.
Ingredients
  • 400 grammi Spaghetti oppure 500 grammi tagliatelle
  • 450 grammi piselli sgranati
  • 70 grammi carnesecca, noi prosciutto crudo
  • 1 cipolla piccola, 1 spicchio di aglio
  • olio e.v.o.
  • 70 grammi di grana grattato
Instructions
  1. fate un battuto con la cipolla,l’aglio e il prosciutto
  2. mettetelo in un tegame con l’olio e quando comincia a prender calore aggiungete i piselli
  3. condite con sale e pepe e portate a cottura aggiungendo un mestolo di acqua calda
  4. cuocete la pasta in abbondante acqua salata e conditela con il sugo di piselli e grana

 

Annunci

3 thoughts on “L’Artusi in 15 minuti,un Marito e la Cucina: Spaghetti con i Piselli di Pellegrino Artusi 105

  1. Proprio perché governata da potenti famiglie signorili, presso le cui corti servivano i cuochi più celebrati, l’ Emilia ha grandi tradizioni gastronomiche. Per tutta l’età rinascimentale e barocca dominano due «scuole» gastronomiche: quella romana della corte papale e, per l’appunto, quella emiliana. A Ferrara operano Giovan Battista Rossetti e Cristoforo di Messisbugo ; a Parma , a quanto sembra, serve Vincenzo Cervio ; a Bologna prestano la loro opera Giulio Cesare Tirelli e Bartolomeo Stefani . È verosimilmente dalla tradizione cinque-seicentesca che la cucina emiliana eredita quei caratteri di opulenza e prodigalità per cui Bologna (e con lei l’intera regione) è chiamata «la Grassa».

  2. Se sei arrivata in questa pagina, forse volevi cucinare un primo piatto di pesce. Vai avanti nella pagina ti consiglio altre ricette di primi piatti con il pesce, bucatini, maccheroni, farfalle, tagliatelle, gnocchi, paccheri, spaghetti, tagliatelle e trofie, i condimenti sono tutti a base di pesce, sia crostacei che molluschi, con cozze, vongole, pesce spada, gamberi, salmone, seppie e tonno, o altre ricette di cucina gustose. Tutto il ricettario e fotografato passo passo per essere eseguito con facilità anche dalle persone meno esperte.

  3. Proprio perché governata da potenti famiglie signorili, presso le cui corti servivano i cuochi più celebrati, l’ Emilia ha grandi tradizioni gastronomiche. Per tutta l’età rinascimentale e barocca dominano due «scuole» gastronomiche: quella romana della corte papale e, per l’appunto, quella emiliana. A Ferrara operano Giovan Battista Rossetti e Cristoforo di Messisbugo ; a Parma , a quanto sembra, serve Vincenzo Cervio ; a Bologna prestano la loro opera Giulio Cesare Tirelli e Bartolomeo Stefani . È verosimilmente dalla tradizione cinque-seicentesca che la cucina emiliana eredita quei caratteri di opulenza e prodigalità per cui Bologna (e con lei l’intera regione) è chiamata «la Grassa».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...